CHIAMACI SUBITO +39 0331 962405

Perché Odontobi?
  • Ospitalità alberghiera
  • Qualità 100% italiana 
  • Sedazione cosciente 
  • Tecnologia all’avanguardia 
  • Pagamento con piccole rate

PRENOTA UNA VISITA

Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento con i nostri specialisti.


    Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

    Piorrea – come si cura e come prevenire i denti che si muovono

    La piorrea, altro non è che la parodontite, vale a dire una forma di infiammazione alle gengive in uno stato avanzato. Oltre alle gengive, ad essere coinvolti in questo problema, vi sono anche gli apparati che sostengono il dente.

    Quali sono le cause della piorrea?

    In primo luogo, i motivo della parodontite vanno ricercati nelle infezioni batteriche, causa numero uno dell’infezione parodontale e della distruzione del parodonto, inteso come i tessuti molli ed ossei che sorreggono la dentatura. A lungo andare, accade che la placca si accumuli e insieme alla presenza eccessiva di tartaro, si formano all’interno delle tasche parodontali delle vere e proprie sacche batteriche che finiscono per forza di cose ad arrecare danni a gengive e denti.

    Una scarsa igiene orale, difese immunitarie via via sempre più deboli, cattive abitudini alimentari, abuso di alcool e sigarette, oltre alla dentatura storta, rientrano di diritto fra i fattori secondari che causano la piorrea. Alito cattivo e accalcamento dei denti contribuiscono a rovinare il sorriso, provocando sanguinamento più o meno abbondante nell’area gengivale e, nei casi più gravi, caduta dei denti.

     

    Come si cura la piorrea?

    La prevenzione gioca di certo un ruolo di estrema importanza.

    · Prima di tutto, un controllo odontoiatrico da effettuare almeno una volta all’anno è d’uopo, dato che solo il dentista può individuare in anticipo lo stato iniziale della piorrea, trattandola nel modo migliore.

    · Fare un controllo ogni sei mesi dal dentista e procedere ad una pulizia dei denti una volta all’anno è molto utile.

    · Spazzolino a setole morbide: il miglior alleato con il dentifricio al fluoro per una perfetta igiene orale. Questo strumento, infatti, non va ad irritare in alcun modo le gengive quando risultano particolarmente gonfie.

    · Per rendere più completa la pulizia dei denti, utilizza almeno una volta al giorno il filo interdentale. Non c’è migliore soluzione per rimuovere tutti quegli avanzi di cibo che si accumulano in particolare sui molari, dopo aver mangiato.

    · I denti vanno lavati sempre dopo i pasti. Se hai l’abitudine di fare merenda a cavallo tra colazione e pranzo o uno spuntino a cavallo tra pranzo e cena, non dimenticarti di pulirli. I residui di cibo se si accumulano finiscono per causare placca e tartaro.

    · Gli alimenti contenenti calcio non devono mai mancare nella tua dieta. Assumi nelle giuste proporzioni e senza esagerare legumi, frutta secca (mandorle in particolare), latte vaccino intero, verdura cruda (rucola, radicchio verde) o cotta (foglie di rapa, carciofi e broccoli) e naturalmente frutta (fichi secchi in modo particolare).

    · Ricorrere ad un collutorio o ad una soluzione salina (acqua, più sale) si rivela utile se gli sciacqui avvengono costantemente.

     

    Naturalmente, l’assunzione di alcool, il tabagismo, i cibi con alta percentuale di zuccheri e le bevande gassate sono nemici per la salute dei denti. Paradossalmente, anche un eccesso per così dire maniacale di igiene orale, l’eccessivo strofinamento dello spazzolino sulla superficie dentale, l’aumento della sensibilità dei denti dovuta all’assunzione di cibi troppo freddi o di alimenti troppo caldi e il ricorso a dentifrici particolarmente aggressivi, a lungo andare, può accentuare il problema della piorrea. Ergo, attenzione massima sotto questo punto di vista.

    Come curare la piorrea?

    Detto che solo un dentista può affrontare al meglio la situazione, vi sono rimedi naturali e medici decisamente utili a fronte di piorrea.

     

    Rimedi naturali

    Le proprietà antinfiammatorie della betulla, l’azione lenitiva di un gel di aloe vera, le proprietà disinfettanti presenti nelle foglie della salvia sono estremamente utili nella prevenzione ai denti che si muovono.

     

    Cure farmacologiche

    Di prodotti farmaceutici volti a trattare il problema nella maniera migliora se ne trovano vari. Li citiamo solo a mo’ di semplice elenco, dato che deve essere il tuo dentista di fiducia ad indicarti quello che fa al caso tuo. Doxicicl, Moment, Brufem, Vivin C, Naprius, Ascriptin.

     

    Trattamenti medici

    Oltre al dentista, anche l’igienista dentale ricopre un ruolo importante nella pulizia dei denti. Trattamenti medici del calibro di detartrasi e di levigatura radicolare aiutano ad eliminare quel fastidioso tartaro che si nasconde nelle tasche paradontali.

     

    Conclusioni

    Poter contare sul sostegno di un bravo dentista è fondamentale per prevenire i denti che si muovono. Se trattata in tempo e come si deve, la piorrea rientra nel novero delle patologie reversibili.

    Perché Odontobi?
    • Ospitalità alberghiera
    • Qualità 100% italiana 
    • Sedazione cosciente 
    • Tecnologia all’avanguardia 
    • Pagamento con piccole rate

    PRENOTA UNA VISITA

    Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento con i nostri specialisti.


      Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

      Condividi su facebook
      Facebook
      Condividi su twitter
      Twitter
      Condividi su linkedin
      LinkedIn
      Condividi su email
      Email

      Potrebbe anche interessarti: