CHIAMACI SUBITO +39 0331 962405

Perché Odontobi?
  • Ospitalità alberghiera
  • Qualità 100% italiana 
  • Sedazione cosciente 
  • Tecnologia all’avanguardia 
  • Pagamento con piccole rate

PRENOTA UNA VISITA

Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento con i nostri specialisti.


    Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

    Impianti dentali: angolazione degli impianti

    L’uso di impianti inclinati atti a riabilitare le persone che hanno una condizione di edentulia, sia singola che doppia, è entrata a far parte della normale routine quotidiana dello studio dentistico. L’impiego di tale approccio di implantologia è permesso dagli ottimi risultati ottenuti dagli studi effettuati e che hanno dimostrato un follow up a lunga scadenza.

    Anche se nella maggioranza dei casi la situazione è quella descritta, bisogna sottolineare che le riabilitazioni implantari non sono sempre possibili, o per meglio dire, non si trova sempre la condizione ideale per l’impianto della protesi fissa in modo classico. Ciò che ne consegue sono le problematiche che si possono avere in fase operatoria, l’aumento dell’insorgere di complicanze durante e dopo l’intervento e i survival rate nella parte inferiore.

    Risolvere l’edentulia con gli impianti inclinati

    Un paziente che deve affrontare una riabilitazione da edentulia molto complessa è rappresentato da una persona che ha un volume osseo molto ridotto. Problematiche vi sono anche nei casi di atrofia ossea e riassorbimento in quanto queste situazioni lo spessore in cui va inserito l’impianto è insufficiente. Per sopperire a questa mancanza si sono cercate delle soluzioni alternative come la tecnica di bone augmentation per estendere il tempo necessario a raggiungere risultati ottimali. Tali accorgimenti però necessitano di un tempo più lungo per essere eseguite in quanto il tessuto osseo deve essere rigenerato, di conseguenza anche l’intervento di implantologia viene rimandato. Il paziente si trova a disagio in questa situazione e questo può portarlo ad abbandonare l’idea di ristabilire le giuste condizioni del cavo orale.

    Impianti inclinati vs assiali

    L’impianto inclinato è stato progettato per poter consentire il massimo utilizzo del volume osseo residuo. Tale tipologia d’intervento consente a volte di applicare protesi che sostituiscono le intere arcate dentali utilizzando come sostegno pochi pilastri e fixture, questo accade ad esempio con la tecnica All on four. Vi sono stati notevoli studi e ricerche per verificare che l’impianto inclinato apportasse maggiori benefici e minori casi di fallimento in confronto al tradizionale impianto assiale. Il risultato è stato che non vi sono segnalazioni che indichino il maggior rischio dell’implantologia inclinata. Il risultato dell’impianto inserito con questo diverso orientamento risente in modo positivo nel complesso sistema protesico in cui viene incluso.

    Impianto inclinato: la soluzione che cercavi

    L’impianto di due o più impianti nel settore posteriore solidarizzato con con la protesi posizionata nella parte anteriore con la tecnica assiale, risulta essere un modo funzionale per la solidità degli impianti. Questo perché essi hanno la possibilità di agganciarsi all’osso che in altro modo non verrebbe sfruttato. Inoltre si riduce il cantilever distale dove sarebbero stati fissati in modo assiale, in questo modo viene diminuito lo stress biomeccanico a cui si sottopongono le fixture. La totalità dei fattori indicati si traduce in una minore perdita del tessuto osseo perimplantare ed si riducono i rischi di creazione dei micromovimenti che contrastano la giusta integrazione ossea. In mancanza di quest’ultima si ha un fallimento dell’impianto. L’area migliore per posizionare l’impianto inclinato è quella mascellare superiore nella zona posteriore, grazie alla quantità ridotta dell’osso in quell’area.

    Conclusione

    Quindi l’analisi dei dati raccolti, anche se denotano alcune limitazioni intrinseche alla ricerca, conferma l’ottimale utilizzo degli impianti inclinati senza particolari risultati negativi. Anche nel confronto con i classici impianti assiali, l’implantologia inclinata non ha presentato situazioni di svantaggio ne problematiche legate alla direzione dell’impianto stesso. Per tali ragioni si ritiene che gli impianti inclinati offrano una chance a tutti coloro che desiderano ristabilire il giusto equilibrio dentale nel proprio cavo orale anche se in presenza di scarsità ossea. Gli impianti inclinati possono quindi essere la soluzione giusta per te che stai cercando il metodo migliore per riavere una sorriso da mostrare senza vergogna ed una masticazione corretta per migliorare la tua salute. Richiedi una visita al dentista per valutare insieme la strategia migliore per le tue problematiche. Torna a sorridere!

    Perché Odontobi?
    • Ospitalità alberghiera
    • Qualità 100% italiana 
    • Sedazione cosciente 
    • Tecnologia all’avanguardia 
    • Pagamento con piccole rate

    PRENOTA UNA VISITA

    Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento con i nostri specialisti.


      Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

      Condividi su facebook
      Facebook
      Condividi su twitter
      Twitter
      Condividi su linkedin
      LinkedIn
      Condividi su email
      Email

      Potrebbe anche interessarti: