CHIAMACI SUBITO +39 0331 962405

Perché Odontobi?
  • Ospitalità alberghiera
  • Qualità 100% italiana 
  • Sedazione cosciente 
  • Tecnologia all’avanguardia 
  • Pagamento con piccole rate

PRENOTA UNA VISITA

Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento con i nostri specialisti.


    Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

    Gengive

    L’importanza delle gengive all’interno della boccaI tessuti molli che ricoprono la base del dente, ovvero le genvive, esplettano un ruolo di fondamentale importanza per mantenere un’elevata funzionalità dei denti. Il tessuto gengivale, che ha tra l’altro il compito di isolare il parodonto dall’ambiente esterno, è caratterizzato da unintenso turn-over metabolico che consente di rinnovare frequentemente gli strati più superficiali cheratinizzati. In questa maniera si abbassa il pericolo di infezioni delle gengive e quindi di pericolose parodontiti o anche gengiviti che potrebbero risultare particolarmente problematiche.Si tratta infatti di tessuti molli molto vascolarizzati e ricchi di aree fibrose che garantiscono la funzione di protezione per il dente. Ecco perché è bene che tu ti prenda cura nel modo giusto delle tue gengive, così da evitare qualsiasi tipo di problema che possa svilupparsi.L’infiammazione delle gengiveL’incidenza delle infiammazioni della gengiva è in una percentuale che va dal 50 al 70%. I sintomi più comuni di questo problema sono soprattutto gonfiore, dolore, arrossamento e anche sanguinamento. Tutte queste sono delle prove evidenti che c’è qualcosa che non va nella bocca e a cui occorre porre rimedio. Devi fare grandissima attenzione soprattutto al tartaro e alla placca che possono accumularsi all’interno della cavità orale. Questi elementi vanno ad abbassare le difese immunitarie all’interno della bocca e creano una via d’accesso facile per batteri ed altri microrganismi patogeni. Non bisogna sottovalutare nulla quando si parla dei denti, anche perché la bocca è una delle vie preferite per accedere all’organismo umano da parte di agenti patogeni dannosi per il sistema immunitario. Diventa efficace perciò l’utilizzo di opportuni prodotti: a partire da dentifrici idonei, così come degli spazzolini che evitino uno sfregamento eccessivo alle gengive. E senza dimenticare che anche i colluttori sono ottimi da abbinare alle normali operazioni effettuate durante la pulizia dei denti nell’arco della giornata.Le gengive che si ritirano: cosa vuol dire?Molte sono le persone che soffrono di un disturbo a livello del cavo orale che viene conosciuto come recessione gengivale. Con un termine meno tecnico si parla di gengive ritirate, quando si manifesta lo spostamento delle gengive rispetto a quella che dovrebbe essere la loro fisiologica sede. Il che vuol dire che l’estetica sarà notevolmente intaccata visto che il dente apparirà molto più lungo del normale, e sarà evidente che qualcosa non va. Potresti accorgerti di soffrire di questo problema nel momento in cui dovessi notare un dolore a livello delle gengive particolarmente marcato. Oltre a dover considerare anche una porzione del dente che prima non si vedeva e che col problema diventerebbe invece visibile. Ci sono comunque alcuni problemi che devi conoscere e che sono conseguenza di una cattiva cura della recessione gengivale. A partire da una maggiore sensibilità di quella zona della bocca che perciò sarà più esposta ad altri agenti e potrà portare dolore al minimo stimolo. Così come potrebbe esserci un grande accumulo di tartaro in questa area.Gengive gonfie, un problema sempre più diffusoIl gonfiore delle gengive è una condizione che al giorno d’oggi è particolarmente diffusa. Occorre sapere che ci sono diverse cause che concorrono a questo tipo di problema, a partire dalla cattiva igiene orale. Se lavi male i tuoi denti o anche troppo poco, allora dovrai fare grande attenzione visto che rischi di esporre queste a delle infiammazioni anche di un certo livello. Tieni conto anche del fatto che alla base del gonfiore gengivale potrebbero esserci anche delle gengiviti, molto spesso causate da infezioni batteriche e per le quali bisogna intervenire nei tempi giusti. Senza dimenticare che se hai gengive gonfie potresti modificare il tuo regime alimentare. La malnutrizione è una delle cause di questo problema che ha ormai una diffusione sempre più elevata. Se effettui una pulizia corretta della bocca e ti affidi a prodotti di qualità avrai modo di ridurre al minimo il rischio di avere gengive gonfie. Ecco perché diventa fondamentale anche affidarti ad uno studio dentistico di fiducia e con la giusta esperienza in tale ambito.Gengive che sanguinano: un segnale di pericoloQuando una automobile inizia a perdere olio è bene fermarsi e andare dal meccanico per capire cosa non va. Lo stesso avviene nella bocca: nel momento in cui ci si accorga di una perdita di sangue faresti bene a non prendere sotto gamba questo aspetto. Infatti potresti essere di fronte ad un problema notevole come un’infiammazione delle gengive o anche dell’area parodontale. E tieni conto che se non curi nella maniera giusta questo problema, potresti anche andare incontro alla perdita dei denti interessati. Considera comunque che ci sono diverse cause che possono incidere sul sanguinamento delle gengive: non solo una scarsa pulizia della bocca, ma anche la presenza di diabete, il fumo, una respirazione prolungata con la bocca o anche i cambiamenti ormonali che avvengono con la gravidanza. Tutto ciò ti porta a capire che è bene tenerti sempre sotto controllo grazie alla competenza e all’esperienza di personale specializzato in tale ambito.

    Perché Odontobi?
    • Ospitalità alberghiera
    • Qualità 100% italiana 
    • Sedazione cosciente 
    • Tecnologia all’avanguardia 
    • Pagamento con piccole rate

    PRENOTA UNA VISITA

    Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento con i nostri specialisti.


      Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

      Condividi su facebook
      Facebook
      Condividi su twitter
      Twitter
      Condividi su linkedin
      LinkedIn
      Condividi su email
      Email

      Potrebbe anche interessarti: