CHIAMACI SUBITO +39 0331 962405

Perché Odontobi?
  • Ospitalità alberghiera
  • Qualità 100% italiana 
  • Sedazione cosciente 
  • Tecnologia all’avanguardia 
  • Pagamento con piccole rate

PRENOTA UNA VISITA

Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento con i nostri specialisti.


    Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

    Dente del giudizio provoca acufene?

    Sicuramente se non hai mai avuto problemi con i denti del giudizio, conosci qualcuno che ha dovuto affrontare questo problema, che può palesarsi anche in età avanzata e non necessariamente solo in gioventù. Il dente del giudizio porta in dote tutta una serie di problematiche che non riguardano soltanto aspetti quali la masticazione ed altri legati alla salute orale. Basti pensare ad esempio alla acufene: forse non lo sai, ma questo fastidioso disturbo può essere provocato anche dal dente del giudizio.

    Che cos’è l’acufene?

    Se non hai mai sentito parlare di questo disturbo, la prima domanda alla quale ovviamente vorrai avere risposta è proprio in cosa consista l’acufene. Ebbene, la prima cosa che devi sapere è che questa è una malattia decisamente fastidiosa e che si caratterizza per il fatto di non presentarsi subito in forma acuta. Il suo palesarsi avviene infatti spesso, per così dire, in sordina, sotto forma di un leggero e poco rilevante fastidio all’orecchio: ma quello che inizialmente è soltanto un leggerissimo sibilio, ad un certo punto si trasforma in un problema che va ad incidere pesantemente su quella che è la propria quotidianità. Questo è il motivo per cui non devi mai prendere alla leggera quelli che possono essere segnali del fatto che questo problema ti ha colpito. Nella sua forma acuta l’acufene causa fischi nelle orecchie, senso di vertigine e nausea, senza dimenticare che chi ne è affetto ha la percezione di sentire continuamente dei rumori. Ma compreso che questa patologia colpisce l’apparato uditivo, la seconda domanda alla quale vorrai risposta è quella sulle cause e sul perché il dente del giudizio può essere uno dei fattori che ne determinano l’insorgenza.

    Le cause dell’acufene: attenzione al dente del giudizio

    La premessa fondamentale da fare è che le cause dell’acufene, che risulta essere una patologia molto invalidante, non sono ancora del tutto certe. Se una definizione di acufene oggi è senza dubbio certa, visto che viene definita come una percezione di tipo acustico non organizzata e non causata realmente da una fonte sonora, sia essa esterna ed interna, risulta però complicato proprio in virtù di tale definizione poter affermare che l’acufene è una malattia e non un disturbo sensoriale di tipo primario. Detto questo, devi sapere che diversi studi sono arrivati alla conclusione che le cause dell’acufene vanno tendenzialmente sempre ricercate nell’apparato uditivo intenso in senso stretto e a tutte le zone che ad esso sono connesse: la conseguenza di questo dato, ormai dato per certo dalla scienza, risulta essere il fatto che la zona della mandibola e conseguentemente eventuali problemi ai denti, possono essere una delle cause di questo disturbo. Questo è il motivo per cui, in presenza di un disturbo che potrebbe concretizzarsi nell’acufene, oltre che da un otorino sarà per te consigliabile il consulto con il tuo dentista di fiducia, il quale avrà modo di stabilire se questo disturbo è associabile alla presenza di problematiche connesse alla mandibola o più in generale ai denti. E proprio alcune ricerche scientifiche abbastanza recenti hanno messo nero su bianco come il dente del giudizio può essere una delle cause scatenanti dell’acufene. Questo dipende dal fatto che il dente del giudizio va nella maggior parte dei casi a creare delle problematiche di natura infiammatoria nella zona della mandibola, con conseguenze che possono riguardare in alcuni casi anche l’apparato uditivo: e come starai immaginando, una di queste è proprio l’insorgere dell’acufene.

    Le cure contro l’acufene causata dal dente del giudizio

    Dopo aver constatato che l’acufene, disturbo senza dubbio fastidioso, può essere causata anche dal dente del giudizio, l’ultima domanda alla quale probabilmente vorrai una risposta, riguarda le cure che si possono mettere in campo contro questo disturbo. La prima cosa che devi sapere è che oggi l’acufene nella maggior parte dei casi è curabile, anche se devi essere conscio che questo non vuol dire avere la certeza di una guarigione totale. Questo dipende dalla natura di questa patologia: essendo di tipo non chirurgico, una ricaduta o un ripresentarsi del problema è da prendere come eventualità che potrebbe presentarsi. Detto questo, nel momento in cui tramite un consulto con il tuo dentista di fiducia avrai la conferma che il dente del giudizio è causa o concausa di questo problema, la prima cosa che dovrai fare è ovviamente provvedere all’estrazione del dente del giudizio. Una volta effettuata questa operazione le situazioni che ti troverai a vivere saranno essenzialmente due: il problema dell’acufene potrebbe scomparire e allora vorrà dire che era dato semplicemente dalla presenza del dente del giudizio. Oppure potrebbe diminuire di intensità, rimanendo però presente nella tua quotidianità. In questo secondo caso dovrai probabilmente effettuare altri esami, per poi sottoporti ad una cura di tipo farmacologico. Detto questo, rimane però fondamentale, nel momento in cui dovessi sviluppare l’acufene, fare subito una visita di controllo dal tuo dentista di fiducia e valutare con lui se la presenza del dente del giudizio può effettivamente essere connessa a questa patologia dell’udito. Tale consulto è fondamentale, considerando che ormai la scienza è arrivata alla conclusione che tra i tanti problemi che il dente del giudizio può comportare nella vita di tutti i giorni, va annoverato anche l’acufene.

    Perché Odontobi?
    • Ospitalità alberghiera
    • Qualità 100% italiana 
    • Sedazione cosciente 
    • Tecnologia all’avanguardia 
    • Pagamento con piccole rate

    PRENOTA UNA VISITA

    Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento con i nostri specialisti.


      Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

      Condividi su facebook
      Facebook
      Condividi su twitter
      Twitter
      Condividi su linkedin
      LinkedIn
      Condividi su email
      Email

      Potrebbe anche interessarti: