CHIAMACI SUBITO +39 0331 962405

Perché Odontobi?
  • Ospitalità alberghiera
  • Qualità 100% italiana 
  • Sedazione cosciente 
  • Tecnologia all’avanguardia 
  • Pagamento con piccole rate

PRENOTA UNA VISITA

Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento con i nostri specialisti.


    Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

    Come ti restituisco il sorriso naturale con sottilissime lamine in ceramica traslucente, ovvero le faccette dentali

    Se anche tu soffri di problemi estetici ai denti quali ingiallimento, deformazioni o denti storti, le faccette dentali potrebbero essere la fine del disagio ad essi legato. Queste coperture in ceramica sono il miglior modo per sistemare gli inestetismi in modo definitivo e semplice.

    Come funzionano le faccette Le faccette non curano il problema che ha reso i denti gialli o storti, ne coprono però i sintomi. Ad esempio i denti i un fumatore possono essere macchiati mentre un piccolo incidente può scheggiare la punta di un incisivo. In questi casi non è necessario intervenire sulla funzionalità poiché la masticazione non è gravemente compromessa. Il miglior modo per sistemare questi disturbi senza che si possano ripresentare sono proprio delle faccette ultrasottili che ricoprono la parte antiestetica. Possono essere di un bianco brillante e di una forma peretta così da restituire un sorriso naturale a chi per un motivo o per l’altro, non lo ha più. Sono una valida opzione anche in alcuni trattamenti relativi alla perdita di parti dei denti che compromettono la masticazione. Possono infatti sistemare danni da rottura o semplici deformazioni a carico della parte superiore delle corone, senza ricorrere a procedure più complesse.

    Cosa sono le faccette Si tratta di lamine molto sottili create in ceramica o porcellana che possono garantire diversi gradi di resistenza. Si realizzano in qualsiasi forma, dimensione e colorazione così da risultare perfettamente uguali ai denti circostanti. Le più usate, in ceramica, sono spesse mezzo millimetro e si usano per sistemare discromie e problemi di forma o volume. Oltre a sistemare i denti storti, sono indicate anche in chi soffre di perdita dello smalto per proteggere quello rimasto. Si usano inoltre per ripristinare denti erosi dal bruxismo, correggere spaziature anomale e lucidare in modo definitivo dentature opache. In molti le applicano su tutti i denti visibili così da godere di un sorriso smagliante, bianco come pochi in natura. Capita infine che alcuni denti si rompano per metà in modo non ricostruibile e siano costretti alla devitalizzazione. Se però la polpa esposta non è intaccata in modo grave è possibile coprirla con una faccetta ed evitare la morte del dente e la sua sostituzione, più complessa e rischiosa.

    Procedura di applicazione Se dopo una semplice visita vieni ritenuto idoneo all’applicazione sarai sottoposto ad una serie di foto e misurazioni per riprodurre il dente nel modo corretto. Generalmente un odontotecnico si occuperà di preparare il colore più adatto alla dentatura, senza creare sbalzi tra i denti scoperti e le faccette. In seguito si procede a limare il dente ed eliminare una dose di smalto superficiale per consentire il fissaggio. Questa limatura può sembrare dannosa visto che raggiunge in alcuni casi percentuali superiori al 20% ma è necessaria, ricordando che la corona sarà poi protetta sotto la protesi. Fatto questo un impronta è inviata al costruttore delle faccette. Dopo alcune prove si procede a cementificarle sul dente che viene trattato con acido fluoridrico e rivestito di pasta adesiva rendendo le faccette impossibili da staccare.

    Limiti della ricostruzione con faccette Questi dispositivi non hanno controindicazioni e non presentano limiti costruttivi particolari. Tuttavia il prezzo è considerato da molti poco accessibile, spesso se per sole ragioni estetiche. In realtà un costo che varia dai 500 ai 1000 euro ciascuna garantisce una resa permanente che spesso supera i dieci anni. Questo permette di evitare il costo e la perdita di tempo che si avrebbero con continui sbiancamenti e trattamenti per l’estetica più economici ma meno duraturi. Non capita invece di sentire lamentele relative a distacchi o rotture, grazie all’ottima resistenza della ceramica e al cemento che le rende quasi integrate al dente. Lo spessore minimo le rende sensibili agli urti come un dente tradizionale e si assiste a casi di questo genere quasi esclusivamente in seguito ad installazioni poco professionali. La sensazione che si prova è per i primi periodi leggermente fastidiosa, come nell’avere qualcosa in eccesso tra i denti o a contatto con la lingua. Già dopo pochi giorni però il tutto si normalizza e ci si dimentica di portare queste protesi estetiche.

    Perché Odontobi?
    • Ospitalità alberghiera
    • Qualità 100% italiana 
    • Sedazione cosciente 
    • Tecnologia all’avanguardia 
    • Pagamento con piccole rate

    PRENOTA UNA VISITA

    Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento con i nostri specialisti.


      Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

      Condividi su facebook
      Facebook
      Condividi su twitter
      Twitter
      Condividi su linkedin
      LinkedIn
      Condividi su email
      Email

      Potrebbe anche interessarti: