CHIAMACI SUBITO +39 0331 962405

Perché Odontobi?
  • Ospitalità alberghiera
  • Qualità 100% italiana 
  • Sedazione cosciente 
  • Tecnologia all’avanguardia 
  • Pagamento con piccole rate

PRENOTA UNA VISITA

Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento con i nostri specialisti.


Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

Odontoiatria Pediatrica: quando e perché procedere all’estrazione dei denti da latte

Clinica Odontoiatrica situata tra Novara e Varese | Odontoiatria Pediatrica

I denti da latte, in gergo medico chiamati denti decidui, cominciano a formarsi tra i sei e i dieci mesi di vita del bambino, quando i primi a comparire nella bocca del neonato sono i due incisivi centrali inferiori. Tra gli otto e i tredici mesi spuntano gli incisivi centrali e laterali superiori e poi il primo molare e i canini. La dentatura da latte del bambino si completa tra i ventitré e i trentatré mesi di vita, quando fanno la loro comparsa anche i secondi molari inferiori e superiori e, in totale, i denti decidui sono venti: quattro incisivi centrali, quattro incisivi laterali, quattro canini e otto molari. I denti da latte sono molto importanti per il corretto sviluppo fisico e psichico di ogni bambino, perché gli consentono sia una adeguata masticazione sia la giusta fonazione. Per questo motivo, è fondamentale seguirne lo sviluppo e accertarsi che cadano nei tempi corretti, così da evitare lo spiacevole problema dei denti storti.

Quando procedere all’estrazione dei denti da latte

Innanzitutto, bisogna partire dal presupposto che il cambio dei denti, in gergo medico chiamato “permuta”, è un processo del tutto naturale e per questo motivo, quando ciò non accade nei tempi corretti, è necessario intervenire chirurgicamente. Tuttavia, non bisogna subito allarmarsi quando i denti da latte del proprio bambino non cadono, perché ogni bambino è diverso dall’altro ed è impossibile sapere con precisione quando devono cadere. Solitamente, ciò succede nello stesso ordine in cui sono spuntati, ma non sempre è così perché, per esempio, le femminucce tendono a essere più precoci rispetto ai maschietti. In linea di massima, comunque, i primi denti da latte dovrebbero cadere tra i cinque e i sette anni (gli incisivi), tra gli otto e i dieci dovrebbe toccare ai molaretti, tra i nove e gli undici anni dovrebbero andar via i canini e tra i dieci e i dodici i secondi molari. Se ciò non accade, è consigliabile rivolgersi al proprio pediatra, perché solo lui saprà dirvi se c’è necessità di chiedere aiuto a un dentista esperto di pedodonzia. Le cause della mancata caduta dei denti da latte possono essere diverse, tra queste la possibilità che i denti definitivi trovino ostacoli nel loro percorso e siano costretti a deviare traiettoria, non andando più a spingere il dente da latte che così rimane al suo posto. Inoltre, si può soffrire di agenesia, ovvero la mancanza di uno o più elementi dentari permanenti sottostanti o di soprannumerari, cioè la presenza di denti extra nell’arcata. In tutti e due i casi, i denti definitivi non operano quella indispensabile pressione sui denti da latte che li stacca e li fa cadere e, quindi, si rende necessario l’intervento chirurgico.

Perché procedere all’estrazione dei denti da latte

Per prevenire eventuali problemi con la caduta dei denti decidui, è consigliabile sottoporre il bambino a una vista dentistica entro i quattro anni, in modo tale da tenere sotto controllo il loro sviluppo e individuare con sufficiente anticipo eventuali problemi. Togliere i denti da latte nei tempi corretti è indispensabile, perché questi hanno, tra le altre cose, l’importante compito di mantenere la giusta distanza tra i denti permanenti. Se questo spazio non viene rispettato, i denti definitivi possono crescere storti o comparire nella posizione sbagliata, quindi se ci si accorge che quelli stabili stanno spingendo per uscire mentre quelli da latte non sono ancora caduti, allora è il momento di ricorrere all’estrazione chirurgica. Questo tipo di intervento è ormai diventato una routine, grazie alle moderne tecniche in materia di anestesia computerizzata, cosicché i bambini possano affrontare la cura senza dolore né paura. Molto spesso, però, questo tipo di estrazione finisce per coinvolgere anche i denti definitivi e viene chiamata “seriale”. Secondo la medicina ortodontista, l’estrazione seriale è “la programmazione di estrazioni selettive dei denti decidui e, a volte, dei denti permanenti lungo un certo arco di tempo con l’obiettivo di diminuire l’affollamento e facilitare la crescita dei denti rimanenti nella miglior posizione”. In questo modo, viene favorito sia il corretto allineamento dell’arcata dentaria, sia la sua funzionalità perfetta ed esteticamente gradevole.

Perché Odontobi?
  • Ospitalità alberghiera
  • Qualità 100% italiana 
  • Sedazione cosciente 
  • Tecnologia all’avanguardia 
  • Pagamento con piccole rate

PRENOTA UNA VISITA

Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento con i nostri specialisti.


Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email