CHIAMACI SUBITO +39 0331 962405

Perché Odontobi?
  • Ospitalità alberghiera
  • Qualità 100% italiana 
  • Sedazione cosciente 
  • Tecnologia all’avanguardia 
  • Pagamento con piccole rate

PRENOTA UNA VISITA

Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento con i nostri specialisti.


Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

Impianti dentali senza o con poco osso

L’implantologia dentale è una branca dell’odontoiatria preposta a ripristinare la funzionalità e l’estetica della bocca a seguito della perdita dei denti naturali. Cerchiamo di capire meglio che cos’è un impianto dentale, quali sono le sue principali componenti e i possibili rischi di un intervento di questo tipo. Nella seconda parte ci soffermiamo, invece, su impianti dentali senza o con poco osso.


1. Che cos’è un impianto dentale

Un impianto dentale consta di una piccola vite in titanio volta a sostituire la radice di un dente mancante; viene inserito nell’osso con il quale si integra perfettamente in virtù dell’elevata biocompatibilità del materiale impiegato e diviene punto di ancoraggio per il dente sostitutivo (corona).

Il mercato propone, inoltre, impianti dentali completamente bianchi in zirconia, ma è indispensabile del tempo per validare il risultato finale a lungo termine.

Le capsule, originariamente realizzate in ceramica e con anima in metallo, sono oggi disponibili in zirconia ceramica e disilicato di litio. Tali materiali lasciano passare la luce riproducendo così l’effetto sortito dai denti naturali.


2. I rischi associati all’impianto dentale

L’intervento per l’inserimento di impianti dentali non presenta particolari rischi, ma devi sottoporti ad alcuni accertamenti preliminari volti a escludere la presenza di patologie che possono potenzialmente compromettere il risultato finale.

Esistono, invece, controindicazioni assolute all’intervento quali cirrosi epatica, malattie cardiovascolari e abuso di stupefacenti; non puoi, infine, ricorrere alla chirurgia odontoiatrica durante radioterapia e chemioterapia.


3. Impianto dentale con poco osso

La tecnica All on 4 è la soluzione perfetta e più rapida per avere una protesi fissa su impianti dentali in presenza di poco osso. La tecnica si fonda sull’applicazione dell’apparato sull’arcata inferiore e superiore ancorando lo stesso a soli quattro impianti dentali.

Questo protocollo, sempre più in voga, vanta innumerevoli vantaggi.

• Rapidità e scarsa invasività: l’intervento, effettuato in anestesia locale, si svolge in un’unica seduta. La tecnica del carico immediato ti consente di tornare a casa con una protesi provvisoria che viene sostituita, al termine del processo d’osteointegrazione, con il presidio definitivo.

• Riduzione dei disagi post-operatori: la tecnica All on 4 non si avvale di bisturi e non necessita, dunque, dell’applicazione di punti di sutura; tra gli effetti indesiderati di natura temporanea vi sono lieve dolore, gonfiore e comparsa di ematomi.

• Nessun innesto osseo: la procedura presentata non richiede, al contrario di altri interventi di implantologia dentaria, trattamenti preventivi quali innesto, rigenerazione dell’osso, ecc….Tutto ciò consente di ridurre i tempi senza arrecare importante disagio al paziente.

• Sicurezza: la procedura usata non mette a rischio zone dove sono situate terminazioni nervose; eventuali danni a carico delle stesse possono provocare danni neurologici permanenti.

• Eccellente risultato dal punto di vista estetico: la tecnica All on 4 ti regala un sorriso splendente grazie ai materiali impiegati per realizzare la protesi (ceramica, composito, zirconia).


4. Che cosa si può fare in assenza d’osso?

In assenza d’osso, si ricorre generalmente a un impianto iuxtaosseo con ancoraggio della protesi fissa a una struttura in titanio realizzata mediante tecnica CAD-CAM. L’ausilio non viene, dunque, posizionato all’interno dell’osso, ma sulla sua superficie esterna. L’intervento, che si svolge in anestesia locale, consta di diverse fasi.

• Collocamento e avvitamento delle griglie in titanio sulla superficie ossea esterna.

• Applicazione dei punti di sutura e inserimento della protesi fissa provvisoria sulla griglia implantare.

• Realizzazione della protesi fissa definitiva dopo aver preso l’impronta del paziente a guarigione avvenuta (30-60 giorni).


5. Come trattare gli impianti dentali

Gli impianti dentali necessitano di un’attenta cura e devi, dunque, sottoporti a controlli periodici presso il tuo odontoiatra di fiducia. Non trascurare l’igiene quotidiana: procedi alla corretta spazzolatura dei denti e usa scovolino e filo interdentale.


6. Conclusioni

Gli impianti dentali sono apparati volti a ripristinare l’estetica del sorriso e la funzionalità della bocca. Sono realizzati in materiali biocompatibili e possono essere utilizzati anche in presenza di poco osso o in assenza dello stesso. Le tecniche impiegate sono altamente sicure e garantiscono, a fronte di una corretta manutenzione, risultati duraturi nel tempo.

Perché Odontobi?
  • Ospitalità alberghiera
  • Qualità 100% italiana 
  • Sedazione cosciente 
  • Tecnologia all’avanguardia 
  • Pagamento con piccole rate

PRENOTA UNA VISITA

Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento con i nostri specialisti.


Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email