CHIAMACI SUBITO +39 0331 962405

Perché Odontobi?
  • Ospitalità alberghiera
  • Qualità 100% italiana 
  • Sedazione cosciente 
  • Tecnologia all’avanguardia 
  • Pagamento con piccole rate

PRENOTA UNA VISITA

Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento con i nostri specialisti.


    Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

    Faccette dentali: vantaggi, controindicazioni, durata e costi

    Parliamo in questo articolo dell’applicazione delle faccette dentali, un intervento estetico in un certo senso controverso, perché implica certamente dei vantaggi ma anche qualche controindicazione. 

    Ma procediamo per gradi e vediamo insieme prima di tutto di cosa si tratta esattamente, cosa prevedono le varie fasi dell’applicazione delle faccette e i costi previsti, per poi mettere sulla bilancia svantaggi e benefici. 


    Cosa sono le faccette dentali?

    Le faccette dentali sono dei sottilissimi rivestimenti realizzati con strati di porcellana o ceramica bianca (o resine sintetiche), che servono a ricoprire i denti nel caso di inestetismi e difetti. Si tratta, quindi, a tutti gli effetti di un presidio estetico, che va a proporsi come un’opzione alternativa agli impianti dentali e che negli ultimi anni ha avuto un certo successo. 

    Le faccette possono migliorare in modo sostanziale l’aspetto esterno del dente, ma vanno a sostituire totalmente lo smalto originario e la parte più superficie del dente in maniera praticamente permanente.


    Applicazione delle faccette dentali

    Come funziona e cosa prevede esattamente l’intervento? Innanzitutto l’applicazione delle faccette dentali deve essere effettuata da un medico odontoiatra e di solito prevede diverse sedute. 

    Il dottore dovrà innanzitutto prendere l’impronta dell’arcata dentale, mandarla a un laboratorio specializzato che prepari le faccette in modo che collimino esattamente con ogni singolo dente da rivestire. 

    Questi sottilissimi strati di ceramica o porcellana vengono posizionati sul dente e incollati grazie a speciali adesivi di resina. Ci sarà prima una fase provvisoria, per poi passare all’applicazione definitiva. 

    La fase più delicata è certamente la limatura dei denti: il medico dovrà, cioè, rimuovere uno spessore di circa 0,5 mm dalla superficie di ogni dente, che sarà sostituito dallo strato della faccetta in modo da conservare la grandezza originale dei denti. Questo passaggio rappresenta la fase più critica della procedura, sia perché è particolarmente delicato, ma anche perché si tratta di una vera e propria asportazione di materiale originario del dente.


    Durata delle faccette dentali 

    La durata che di solito viene garantita per le faccette dentali è di circa 10 anni, ma gli impianti più recenti, di qualità e resistenza superiore, possono arrivare anche a 15 o 20 anni. La loro durata è direttamente collegata alla qualità della realizzazione delle faccette e del lavoro di applicazione. 

    La professionalità di un buon laboratorio unita alla mano di un bravo dentista, che esegue un posizionamento senza sbavature, potrebbe assicurare una durata anche ventennale. 

    Infine, anche la cura che il soggetto stesso dedica ai propri denti e la regolarità della pulizia possono influire positivamente sul mantenimento dell’impianto. 


    Vantaggi delle faccette

    L’applicazione delle faccette consente di poter migliorare l’estetica dei propri denti senza dover ricorrere a un vero e proprio impianto dentale. 

    Le faccette possono, infatti, mascherare molti difetti, come denti storti, rotti, sproporzionati o non allineati, macchie o altri danni allo smalto. È possibile correggere anche i casi di diastema, lo spazio tra i denti che non è raro notare tra i due incisivi superiori. Senza contare, poi, che le faccette permettono di ridare il giusto colore al sorriso, specialmente a chi ha danneggiato il suo smalto con il fumo.


    Controindicazioni legate alle faccette

    Lo svantaggio principale è legato alla rimozione dello smalto con la limatura. 
    La limatura dei denti, infatti, è un procedimento da cui non si può più tornare indietro: una volta rimossa la superficie di smalto originale dei denti non è più possibile ricostituirla. 

    Quest’operazione, inoltre, potrebbe causare anche un’ipersensibilità dentale, motivo per cui l’applicazione delle faccette dentali non si consiglia mai a chi soffre di gengiviti frequenti o altre patologia dentali. 


    Costi di un impianto di faccette dentali

    Eccoci quindi a parlare di costi veri e propri. La spesa prevista per l’applicazione delle faccette dentali può variare a seconda del dentista che si sceglie e della città dove si vuole effettuare quest’intervento estetico. 

    Diciamo che in Italia il prezzo può variare tra i 200 e i 550 euro a faccetta dentale.

    Altro fattore che influenza il costo è il materiale scelto: quello più costoso è la porcellana, per poi scendere con la ceramica e la resina. 

    Un consiglio? Quando si tratta di denti, mai lesinare sul prezzo. A prescindere dalla tipologia di intervento a cui stiamo per sottoporci, meglio investire una buona somma di denaro per assicurarci un lavoro di prima qualità, per non rischiare di incorrere in successive problematiche di salute e spese ulteriori.

    Perché Odontobi?
    • Ospitalità alberghiera
    • Qualità 100% italiana 
    • Sedazione cosciente 
    • Tecnologia all’avanguardia 
    • Pagamento con piccole rate

    PRENOTA UNA VISITA

    Inviaci i tuoi dati e ti ricontatteremo per fissare un appuntamento con i nostri specialisti.


      Ho letto l’Informativa e autorizzo il trattamento dei miei dati personali per le finalità ivi indicate.

      Condividi su facebook
      Facebook
      Condividi su twitter
      Twitter
      Condividi su linkedin
      LinkedIn
      Condividi su email
      Email